Qualità e professionalità e Vinitaly guarda lontano

27 voti
image_pdfimage_print

Qualità e professionalità per una strada di successo. Vinitaly è da viverla, perché è unica, è diversa.  Un sistema incomparabile di qualità internazionale. 
di Michele Luongo  

Qualita-Vinitaly-by-luongo-10042016
La 50a Edizione di Vinitaly 2016

Qualità e professionalità e Vinitaly guarda lontano. La 50a Edizione di Vinitaly è un traguardo importante, ma lo è ancora di più quando si sa guardare avanti e, soprattutto, rilanciare uno straordinario successo enologico italiano nel mondo. Dalle “Giornate del vino italiano” questo il nome dell’origine di Vinitaly nel 1967, anno dopo anno, superando non pochi ostacoli, Vinitaly ha tracciato l’evoluzione del sistema vitivinicolo, divenendo una prestigiosa vetrina internazionale del vino italiano.

Otto milioni di euro per miglioramenti, strutture e servizi e rafforzamento del piano d’incoming con attenzione a paesi target; ebbene se l’obiettivo era di dare un segnale chiaro alle aziende espositrici e ai visitatori, il risultato è stato ampiamente raggiunto. Centotrentamila operatori, ben cinquantamila da 140 Paesi, più di venticinquemila Buyer dagli Stati Uniti (+25%), Germania (+11%), Regno Unito (+18%), Francia (+29%), Canada (+30%), Cina (+130%), Giappone (+ 21%), Paesi Del Nord Europa (+8%), Paesi Bassi (+24%) e Russia (+18%). Nei quattro giorni, oltre agli incontri b2b, si sono tenuti più di 300 appuntamenti tra convegni, seminari, incontri di formazione sul mondo del vino. L’inversione di tendenza con maggiore attenzione alla qualità e agli operatori è stata accolta con molta soddisfazione dalle aziende, un riscontro diretto lo abbiamo avuto dagli stessi imprenditori che sottolineavano la maggiore professionalità dei visitatori.

Vinitaly è da viverla, a volte è difficile anche spiegarla, perché è unica, è diversa da ogni altra fiera ed è proprio questa caratteristica che va salvaguardata e migliorata. E la strada è quella giusta, migliori collegamenti, migliori tempi di parcheggio, numerosi incontri, degustazioni, eventi. Poi la città, Verona, bellissima, partecipa con tutta se stessa a Vinitaly, una bella simbiosi, non ultimo il successo del “Fuori Salone” Vinitaly And The City .

Qualità e professionalità e Vinitaly guarda lontano. Vinitaly è un vero sistema, una realtà eccezionale: Vinitaly International, Opera Wine, Vinitaly Wine Club, Via- Vinitaly International Academy, wine2wine, Sol&Agrifood, Enolitech, e i premi 5 Star Wines, il Sol d’Oro, più di una rete tecnologia, una grande opportunità internazionale per le aziende italiane. Riportiamo a valore di ciò, una frase del fondatore della piattaforma cinese Alibaba di e-commerce, Jack Ma, intervento a un convegno: «Marco Polo ha impiegato 8 anni per andare e tornare dalla Cina. Con internet possiamo impiegare 8 secondi». E’ il senso della potenzialità che l’online può rappresentare per le piccole e medie imprese del made in Italy.

Come l’importante forum dei ministeri dell’agricoltura dei Paesi dell’UE produttori di vino, che sottolinea l’importanza delle relazioni politiche internazionali, mi è piaciuta anche la campagna “In Vino Virtus” della Polizia di Stato per una sensibilizzazione del bere moderato, con il simulatore di guida “Ready2go” era possibile capire gli effetti della guida in stato di ebbrezza. Interessante anche sotto l’aspetto di riconoscimento l’area Vinitaly che ha visto uniti con caratteristiche espositive diverse, Fivi (Federazione italiana Vignaioli Indipendenti), Vivit (Vigne Vignaioli Terroir) e VinitalyBio (produttori del vino bio italiani).

Qualità e professionalità e Vinitaly guarda lontano. Vinitaly, il Salone Internazionale del Vino e dei Distillati, studi di settore, ricerca, tecnologie, innovazione, senso etico ed espressione indubbia della qualità sono già realtà di traiettorie proiettate al futuro, perché Vinitaly è unica, è bella ed è sempre più un riferimento di valore mondiale.
( http://www.vinitaly.com/ )

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (18/04/2016)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini