Tenuta Vallepicciola, linearità della qualità

3 votes
image_pdfimage_print

In Toscana a Castelnuovo Berardenga, i vini della Tenuta Vallepicciola, hanno una linearità della qualità, morbidezza ed eleganza, per una piacevole bocca.
di Michele Luongo 

Tenuta Vallepicciola, linearità della qualitàTenuta Vallepicciola, vigneti sulle colline, territorio del fascino Toscana riconosciuto nel mondo. Qui, a Castelnuovo di Berardenga, in provincia di Siena, si distende per circa 265 ettari di cui 100 vitati l’Azienda Agricola Vallepicciola, nelle antiche terre del Chianti Classico.

Un territorio di grande variabilità di suoli, che permette una ideale diversificazione dei vitigni dal tradizionale Sangiovese a quelli internazionali: Pinot Nero, Merlot, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Petit Verdot e Chardonnay, che con un meticoloso lavoro in vigna, bassa resa, permette all’azienda Vallepicciola di produrre vini dal carattere forte ed elegante, con la preziosa consulenza di Riccardo Cotarella.

La cantina su progetto dell’Architetto Margherita Gozzi, si snoda come un abbraccio, in perfetta armonia con il territorio circostante. Wine Shop, sala degustazioni, terrazze. I piani interrati sono dedicati alle diverse fasi di lavorazione, dalla fermentazione all’invecchiamento. La visita in compagnia dell’AD Alberto Colombo, perfetto gentleman, ci regala momenti di genuina ospitalità, e il suo racconto ci coinvolge, sembra vivere le varie fasi della produzione, i vari momenti aziendali, storie che ritroviamo nei calici dei vini Vallepicciola.

Il wine tasting, come a sottolineare lo stile di Vallepicciola, è tra le barrique, s’inizia con il Lugherino 2018, Pinot Nero, Rosato, IGP, Toscana, 100% Pinot nero, tre mesi di affinamento in bottiglia, al primo sentore, al primo sorso ti accorgi che non è il solito rosato, aromi pieni, freschezza e persistenza, di piacevole compagnia.

Boscobruno 2016, Pinot Nero, IGP, Toscana, 100% Pinot nero, circa 9 mesi in barrique di rovere francese, 12 in bottiglia, un bel granato, sentori di frutta rossa, è intenso e avvolgente e ha una straordinaria pulizia in bocca. 

Vallepicciola Chianti Classico, DOCG, 2016, 100% Sangiovese, invecchiamento circa12 mesi in botti grandi, e 5 mesi in bottiglia, colore rosso rubino, note frutta rossa, ciliegia, matura, corposo, morbido e persistente, bella eleganza al palato.

Chianti Classico, Gran selezione, DOCG, 2015, 100% Sangiovese, circa 26 mesi in botti grandi, e 8 mesi in bottiglia, colore rosso rubino intenso con riflessi violacei, sentori di prugna, mora, avvolgente, rilascia piacevoli sensazioni, ha larghezza e morbidezza, un gran bel vino.

Mordese, Cabernet Franc, IGT, Toscana, 2016, 100% Cabernet Franc, invecchiamento circa 16 mesi in barriques di rovere francese, e 10 in bottiglia, sentori di prugna, cacao, note balsamiche, pieno, di grande struttura, ha morbidezza e persistenza, e si lascia bere piacevolmente. 

Quercegrosse, Merlot, IGT, Toscana. 2015, 100% Merlot, invecchiamento circa 14 mesi in barriques, e 8 mesi in bottiglia, sentori di frutta rossa, tannini setosi, lascia una bella bocca.

Una lode all’etichetta del Boscobruno, Mordese, Quercegrosse, un paesaggio toscano nella linearità della semplicità, d’impatto immediato, molto belle.

I vini della Tenuta Vallepicciola, una degustazione che ci conquista per una linearità della qualità, morbidezza ed eleganza, tutti hanno una piacevolezza in bocca che esprime convivialità e ci riporta al territorio di produzione.

La Tenuta Vallepicciola, organizza grandi eventi pubblici sull’area antistante come concerti jazz o cene a tema, la cantina ospita Wine Tour nell’incantevole paesaggio toscano. Poi, la bella intesa, un’armonia percepibile nello staff dell’azienda, quella passione che diviene un grande valore aggiunto, e sottolinea la qualità Vallepicciola.

Vallepicciola
Strada Prov. 9 di Pievasciata, n. 21
53019 Castelnuovo Berardenga (SI)
Tel +39.0577.1698718 – https://www.vallepicciola.com 

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (21/11/2019)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini