Champagne Experience, bollicine e masterclass

12 votes
image_pdfimage_print

Modena Champagne Experience, 125 Maison, con 500 etichette in degustazione. Una vetrina importante che ha permesso di conoscere più da vicino i vini della regione francese Champagne
di Michele Luongo 

Champagne Experience, bollicine e masterclass Modena Champagne Experience 2019, le famose bollicine a Modenafiere, la terza edizione ha visto nei giorni 13 e 14 ottobre scorso la presenza di 125 Maison, oltre 500 etichette di Champagne in degustazione, 67 importatori, distributori, con ben 5000 visitatori

Iniziativa del Club Excellence, l’associazione che riunisce quindici tra i maggiori importatori e distributori italiani di vini d’eccellenza, per la maggiore kermesse italiana dedicata esclusivamente allo Champagne. 

Gli esperti del settore, i wine lovers a Modenafiere hanno trovato i banchi di degustazione suddivisi per zone di produzione: Côte des Blancs, Vallée de la Marne, Maison Classiche, Aube.Cote des Bar, Montagne De Reims, in un ambiente curato e di piacevole atmosfera, e con le auto Maserati in bella mostra.

Una vetrina importante che ha permesso di conoscere più da vicino i vini della regione francese Champagne con un contatto diretto con i produttori o loro rappresentanti, tutti affiancati dagli importatori – distributori. Infatti, interessanti e seguite le Master Class tenute nei due giorni come quelle di Alessandro Scorsone dal tema: “Le diverse anime dello Champagne”, di Luciano Ferraro e Pierluigi Gorgoni dal tema” Il Pinot Meunier questo (s)conosciuto, dell’associazione Noi di Sala, dal tema “Come cambiano i consumi, lo champagne da aperitivo a tutto pasto”, a quella di Jancis Robinson con il tema “I trend attuali in champagne” per citarne alcune.

Tra le degustazioni abbiamo molto apprezzato le bollicine di Champagne Jean-Noël Haton, Reserve, importato dalla Cantina Tollo, fragrante e d’intrigante sapidità, gustativa lunga. Champagne Mailliard, importatore Emozioni Oltre il Gusto, Cuvèe Prestige Brut, morbido e potente. Champagne Deutz, importato da D&C spa, Brut Classic, bella complessità, la texture setosa rivela equilibrio e freschezza.  Champagne Encry, importatore Proposta Vini, Millèsime, 2012, Uve Blanche Estelle, ricco e complesso, bella cremosità, fresco e persistente. Champagne Bauget-Jouette, importato da Tenuta San Leonardo, Brut, Carte Blanche, schietto e invitante, fresco e lungo. Champagne Pommery, importatore Vranken Pommery Italia spa, Grand Cru, Royal, di perlage fine e persistente. Champagne Bollinger, importato dal Gruppo Meregalli, Speciale Cuvée, ottimo equilibrio, al palato è vellutato.

Modena Champagne Experience 2019, con la presenza dei sponsor partner eccellenti come Caffè Molinari, che ha presentato Xelecto, e tenuto, come il Consorzio Parmiggiano Reggiano e il Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena, proprie Masterclass. Tra gli espositori food che hanno presentato i prodotti tipici abbiamo degustato l’ottimo panettone Muzzi, e un ottimo salmone affumicato Coda Nera.

Champagne Experience 2019, una manifestazione che ha saputo porre in risalto l’espressività dei vitigni e le differenti interpretazioni delle Maison, cosi ha visto crescere il numero dei visitatori e l’interesse degli amanti del settore, Modena si conferma posizione geografica ideale per la kermesse. (https://champagneexperience.it  )

 

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (16/10/2019)

 

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini