GourmetArena i piaceri dei prodotti italiani

5 voti
image_pdfimage_print

Squisitezze nello spazio GourmetArena del Merano Wine Festival, i piaceri dei prodotti italiani arricchiscono il palato con sapori fini. Migliaia di visitatori per i banchi dell’eccellenza dei prodotti italiani. 

di Michele Luongo

  

Gourmet-Arena-MeranoWine-festival-by-luongo-112015Merano – GourmetArena è un’area importante del Merano Wine Festival, le aziende si presentano con prodotti di qualità e professionalità per una scena internazionale, alle migliaia di visitatori si affiancano numerosi operatori di settore e la stampa specializzata.
Quest’anno il Merano Chef Challenge ha offerto show-cooking con cuochi stellati per una cucina d’alto livello. E in collaborazione con Le Tenute di Genagricola, ha lanciato il Cooking Farm, una “giocosa sfida” all’ultimo sapore tra giovani chef stellati e le contadine dell’Alto Adige, mettendo a confronto la cucina tradizionale e l’avanguardia, quindi tradizione e lo studio, le tecniche di cottura, ogni piatto è stato abbinato ad un vino de Le Tenute di Genagricola, selezionato dal WineHunter Helmuth Köcher, tanta curiosità e interesse per l’affollato pubblico. 
Convegni, incontri per Culinaria, BeerPAssion e Rue des Chef, c’è un’atmosfera piacevole alla GourmetArena, mentre chef stellati ci deliziano con piati strabilianti, nell’area espositiva incontriamo produttori gentilissimi e preparati, pronti a dare ogni spiegazione o notizia circa il proprio prodotto, così tra ottime birre artigianali e profumi intensi di straordinari tartufi bianchi e neri, olio extravergine di oliva, pasta all’uovo, si sorseggia l’acqua oligominerale Dolomia, delle Dolomite Friulane con la sua particolarissima bottiglia in vetro, e con un PH 8,1, di Cimolais (PN), o la leggera e raffinata Surgiva di Trento. 

Tanti colori e lo spirito di convivialità incanta gli occhi ma sempre più intensi profumi invitano ad assaggiare l’ottimo formaggio del Piave Dop, pasta cotta, 12 mesi di stagionatura, un boccone tira l’altro. Del Consorzio per la Tutela del Formaggio del Piave DOP, Brusche ( BL ). E gli eccellenti pesci alpini dal sapore unico: il salmerino e lo speck di trota, di Armanini, Storo (Tn), e la trota affumicata di Trota oro, Preore (Tn).  

Mentre il palato si arricchisce con i sapori fini dell’Alta Salumeria Bedogni di Langhiano Parma. E con il Prosciutto di San Daniele Prolongo (San Daniele del Friuli, UD) , la bontà si scioglie in bocca. Scopriamo dell’ottimo pane dell’Alto Adige, antiche ricette e panificazione artigianale,

dell’ERB Panificio e Pasticceria, Merano (Bz).  Poi i fantastici taralli pugliesi, quelli veri, dal sapore inconfondibile, dell’Azienda Agricola del Sole, Corato (Ba).

E cosa dire delle squisite nocciole tostate e al cioccolato dell’Azienda  Agricola Altalanga di Cerreto Langhe (Cn) , che insieme all’eccellente dolce Presnitez e Putiza della Eppinger Trieste ( S. Dorligo della Valle Trieste), sono un naturale preludio alla ricchezza di un gran caffè: Caffè India, è come sentire in bocca i chicchi di caffè. Torrefazione India Caffè  (Olmo di Martelago, VE ). 
Fragranza di profumi meravigliosi e produttori cordialissimi, ma è impossibile assaggiare tutte le prelibatezze italiane, mentre gli show-cooking continuano e i visitatori conoscono più da vicino la magnifica esposizione non ci resta che darci appuntamento al prossimo, naturalmente, al Merano Wine Festival.

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (13/11/2015)

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini