The Mark Restaurant, kitchen di sapori a New York

5 voti
image_pdfimage_print

The Mark Restaurant, kitchen di sapori a New York con lo chef Jean-Georges Vongerichten, una magnifica cuisine franco americana che conquista e soddisfa i buongustai internazionali. Un ambiente di bell’atmosfera che rilascia il piacere di stare a tavola.

 di Michele Luongo

The Mark Restaurant, kitchen di sapori a New YorkThe Mark Restaurant a New York, sulla Madison Avenue, angolo 77th St, parte The Mark Hotel, a un isolato dal Central Park, una kitchen gourmets di riferimento per i newyorkesi, e per la clientela internazionale.

L’ingresso un’elegante e frequentatissima sala bar, dove si preparano degli stupendi cocktail. In vetrina, in primo piano, notiamo con piacere le bottiglie di vino italiano l’Amarone Bertani, Quintarelli Giuseppe, e il Brunello di Montalcino Biondi Santi, e Bisol Jeio, prosecco superiore. Una volta entrati, personale in divisa, elegante, gentilissimo e professionale ci accompagna al tavolo.

Sala piena, ma ogni tavolo è ben curato, fiori freschi e lume di candela. Il personale, di assoluta professionale, riesce ad avere sempre un sorriso per tutti, e si muove tra i tavoli con garbo ed è attento ai dettagli.

Nel calice champagne Brut Rosè Roederer Estate, Anderson Valley, California, bella bollicina, fine, e persistente, e per iniziare amuse bouche, gustose polpettine al tartufo.

E’ come se fosse un richiamo marino “East Coast Oysters”, l’ostrica nativa americana, che abbonda dal Long Island Sound al Golfo del Messico, un’ostrica dolce salata, tutte da gustare. In ottimo abbinamento con lo Chardonnay, Ramey 2014, Sonoma Coast, California, fruttato, sentori di limone e fine affumicatura.

Lo chef Jean-Georges Vongerichten, ha fama internazionale, la sua cucina franco-americana, è si raffinata ma non tradisce i sapori della tradizione, prediligendo sempre la qualità assoluta dei prodotti. Noi continuiamo con il profumo di mare con “Peekytoe Crab Cake – pink grapefruit, avocado, ginger”, tortino di granchio tocchi di acidità dal pompelmo, dolcezza dall’avocado e il ginger liquido, un’eccellente simbiosi di freschezza. E il mare non può che condurci alla “Roasted Maine Lobster – meyer lemon risotto, caramelized fennel”, una magnifica aragosta, perfetta la cottura, come il risotto al limone e il tocco del finocchio caramellato, puro piacere per il palato. E il calice del Chardonnay, Ramey 2014, lascia pulita la bocca.

E’ il momento del dessert, la carta dei dolci è una vera tentazione, scegliamo un “Grand Marnier And Chocolate Chip Soufflé – mandarin sorbet”, soffice e voluttuoso il Sufflè, all’interno chip di cioccolato fondente, la freschezza e l’acidità del mandarino rilancia la continua bontà. Ed ancora una stupenda trilogia di “Profiteroles – vanilla ice cream, chocolate sauce”, una cremosa dolcezza con il gelato alla vaniglia, il tutto con una stupenda salsa di finissimi riccioli di cioccolato fondente, piacere sublime, non smetteresti più.

The Mark Restaurant by Jean Georges, una magnifica kitchen di sapori che conquista e soddisfa i buongustai, in un ambiente raffinato ma di bell’atmosfera che rilascia il piacere di stare a tavola. Una bella serata!  E’ consigliabile prenotare, il locale è frequentatissimo. Ma per celebrazioni, pranzi e cene private o di lavoro, vi è sala riservata.

The Mark Restaurant by Jean-Georges 
The Mark Hotel
25 E 77th St New York, NY 10075
https://www.themarkhotel.com/restaurant-bar/

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (21/09/2018)

 

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini