Schwarzreiter Restaurant qualità e freschezza

10 voti
image_pdfimage_print

Schwarzreiter Restaurant a Monaco di Baviera, qualità e freschezza nel segno dell’Executive Chef Anton Pozeg. La sala è ben curata raffinata e informale, il personale gentile e professionale

di Michele Luongo

 

Schwarzreiter Restaurant qualità e freschezza Schwarzreiter Restaurant. Un’eccellente cucina gourmet a Monaco di Baviera, sulla Maximilianstraße allo Schwarzreiter Restaurant dell’Hotel Vier Jahreszeiten Kempinski. L’ambiente è raffinato e nel contempo informale, il personale ci accoglie con assoluto garbo, su ogni tavolo fiori freschi, orchidee, e lumi di candela.

Da subito è servita dell’acqua (bella usanza all’estero) e dell’ottimo pane d’orzo, caldo, e una buonissima crema di formaggio. La cucina è affidata alla sapienza dello Chef Anton Pozeg.

 “Graved Alpin Salmon”, una meravigliosa portata di salmone alpino, delicatissimo, con rape rosse e crema di limone, carote, un  pizzico di sale grosso sul salmone, e petali di fiore. La qualità della materia prima e l’abilità dello chef nel creare un continuo rilancio dei sapori ne fanno un eccellente piatto. Nel calice lo Juliusspital Würzburger Stein, Riesling 2016, intenso ed elegante di bella freschezza in perfetto abbinamento con il salmone.

Nella sala il personale si muove con gentilezza e professionalità, è attento ai dettagli,  spiega con cura ogni piatto, e ha sempre un sorriso per gli ospiti divenendone un valore aggiunto. A centro della sala un vaso con grandi fiori freschi, e dal soffitto uno splendido lampadario con forme di petali. In sottofondo piacevole musica contemporanea.

Tradizione della tipica cucina bavarese, rivisitata, moderna, con particolare attenzione alla qualità come con la portata del “Filet of Bavarian Beef- porcini, mashed lovage-potatoes”, con l’abraccio delle patate e l’intensità dei porcini, il purè di levistico rilascia freschezza, la perfetta cottura del filetto rilascia ad boccone l’intensità di una meravigliosa armonia dei sapori. Un’eccellente portata. Nel calice un grande rosso, il Chianti Rufina Riserva Nipozzano Vecchie Viti, 2014, Frescobaldi. Note speziate, complesso, persistente, bel corpo di vino che rilascia un’elegante acidità.

La cucina dell’Executive Chef Anton Pozeg ha particolare attenzione alla qualità della materia prima, privilegiando i prodotti locali, e, soprattutto, la loro freschezza che con maestria lo chef esalta ad alti livelli.

Un tuffo di golosità con il “ Cut-Up Pancake” l’accattivante dessert con la morbidezza del pancake, la composta di mele, il gelato di  vaniglia, una classicità che non tramonta mai, freschezza e dolcezza. Presentato in un piatto profondo con manici come ad essere, appunto, un invito a lasciarsi al peccato di gola. E’ perfetto il richiamo nel calice di un Petit Manseng Uroulat – Jurançon 2012, dolcezza e acidità, esotico con sentori di mango, fresco con richiami a foglie di limone.

Bella serata allo Schwarzreiter restaurant dell’Hotel Vier Jahreszeiten Kempinski di Monaco, una cucina gourmet di alto livello in una bell’atmosfera, elegante e informale.

 

Schwarzreiter Restaurant 
Hotel Vier Jahreszeiten Kempinski di Monaco 
Maximilianstrasse 17, 80539, München 
Telephone: +49 89 2125 2125 – https://www.kempinski.com

 

di Michele Luongo ©Riproduzione riservata
                  (28/03/2018)

 

 

ViaCialdini è su www.facebook.com/viacialdini e su Twitter: @ViaCialdini